Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘spille’


Tra i rami degli abeti carichi di decorazioni colorate si nascondono pacchetti incantati che racchiudono pensieri, desideri o piccoli animaletti di stoffa. Mani delicate hanno creato piccoli oggetti in grado di esprimere i sentimenti più profondi o di farsi notare facendo capolino dal bavero del cappotto.

Queste sono infatti la proposte che Cakes and Troubles, la linea di bijoux creata da Vera Rossini, lancia per il Natale 2010: la collana Message in a Bottle Christmas Edition (nella foto) e le spille della linea Pet Therapy, che si aggiungono ai bracciali che hanno già riscosso un notevole successo.
Message in a Bottle è formata da una catenina a cui è legata una piccola bottiglietta di vetro dentro la quale si può depositare un messaggio di amore, di amicizia, di affetto. E’ completamente personalizzabile: si può scegliere il tipo di catenina e il fiocco che la decora per un regalo davvero unico! Solo colui o colei che la riceverà potrà scoprire il messaggio contenuto nella bottiglietta che, come un moderno naufrago metropolitano, sarà stato scritto dalla
persona amata. Può essere l’occasione giusta, ad esempio, per chi, durante l’anno, non riesce a dimostrare il proprio amore oppure per inviare un messaggio di incoraggiamento ad un’amica che sta attraversando un momento delicato..
In ogni caso è un pensiero speciale per dimostrare tutto il nostro affetto alle persone che amiamo che così possono portare sempre con sé le parole del nostro cuore.

Per chi invece è alla ricerca di un regalo in stile un po’ rètro, tenero e originale Cakes and Troubles ci propone le nuove spille della collezione Pet Therapy. Quale amico scegliere con il suo dolce musetto? Sembrano arrivare da un lontano mondo fiabesco e quasi capaci di parlare con noi!  Ogni spilla è unica, fatta a mano utilizzando materiali vintage, ricchi di fascino e di storia.

Il calore dei sentimenti e l’allure del tempo passato avvolgeranno con il loro magico manto il Natale 2010 grazie alle collezioni di Cakes and Troubles!

Annunci

Read Full Post »

Aurora taglia e cuce rimette in sesto e dona un’anima nuova ad abiti e accessori.
Il suo percorso è partito anni fa cucendo quasi per caso delle spille, piccoli oggetti-simbolo che permettevano di ritagliare ricordi, cucirli tra di loro ed esporli sul petto. 
Oggi Aurora allarga l’orizzonte del ri-uso creando pezzi unici che possano essere applicati e rimossi a piacimento, che possano rivoluzionare un indumento senza mutarlo definitivamente.
Dal concetto di rivoluzione nascono le mostrine di cui siamo innamorati: non ingombranti spallotte anni 80, non bellicosi accessori.
Aurora ci racconta: “Prendi una maglietta o un vestito semplice, lineare, nero.  La mostrina arriva, se ti va lo rivoluziona e poi tu la stacchi e la puoi applicare a ciò che vuoi quando vuoi. E’ per questo che mi piace, perchè arriva e se ne va, dando almeno per un attimo nuova vita a qualcosa che già hai”.

Perché non abbracciare la rivoluzione delle mostrine, portando con sé i gradi guadagnati nella vita oltre che andare fieri degli abiti che abbiamo già nell’armadio?

Godetevi i lavori di Aurora e prestissimo potrete acquistarli su Etsy.

Read Full Post »

Così parlano i creatori del marchio registrato:
Perle ai porci nasce per dare la giusta dimensione di eleganza, dignità e stile all’animale più vicino all’uomo”.
Il porco.
Una Perla, un Porco.. Un vero pensiero grossolano e di gran gusto per palati forti. Tutte le nostre produzioni sono realizzate nel totale rispetto del porco, protagonista eccelso e musa al contempo della nostra filosofia di vita”.

Collane, t-shirt, spille, anelli che rendono viva e tangibile la fantasia del connubio tra le parti del suino (sovra esposto alla pubblica condanna per via delle ultime pandemie) e le perle più preziose.

Perle ai porci: un profilo MySpace ben curato, un Manifesto di intenti, uno Stile.
Punti vendita: Milano, Roma, Bologna, Londra.

Edizione limitata fino ad esaurimento nervoso 🙂

Read Full Post »

Bì viene dal regno di Pannolencilandia.
Lavora a  pezzi unici interamente cuciti a mano e i suoi soggetti preferiti sono gufi, gatti, pippistrelli e bamboline (dette amorevolmente ‘dolline’). 
Se volete immergervi in un mondo soffice e fatato (al contempo preciso e puntuale) vi consigliamo di spendere almeno mezz’ora del vostro tempo a guardare tutte le immagini postate sul suo profilo myspace.  E ad acquistare qualche pezzo, perché no?

Read Full Post »

fedulab

 

 

 

Nome/ brand
Federica Bianchini ma con l’ausilio di ago,filo e macchina da cucire mi trasformo in Fedulab

Sito di riferimento
Negozio online: www.fedulab.bigcartel.com
www.myspace.com/fedulab
www.facebook.com/pages/FeduLab/40794678522

Che cosa crei?
Adoro assemblare stoffe per creare borse, astucci, tovagliette da colazione e porta Pc, mentre cucio spille per cappotti e sciarpe con i pannolenci

Dove operi?
Tutte le mie creazioni nascono dal mio laboratorio, ma tramite internet raggiungo chiunque si interessi e voglia acquistare i mie prodotti.
Inoltre ho avuto la fortuna di conoscere negozianti e creativi che ospitano le mie creazioni nei loro spazi.

Ultimo evento/mostra/mercato a cui hai partecipato
A fine ottobre si è conclusa la mostra “In Dolls we  trust” tenutasi a Parigi nella Galerie L’Art de Rien a Montmartre. In questa occasione ho partecipato con l’esposizione di una bambola. Questa estate invece ho partecipato a vari mercatini dell’artigianato dove la gente ha potuto toccare con mano la qualità delle cose.

Qual è la tua fonte di ispirazione?
Adoro tutto ciò che è vettoriale, colorato e comunicativo: quindi mi ispiro ad artisti contemporanei e studiando i turisti che affollano Venezia.

Pensi ci sia abbastanza informazione sul mondo handmade?
Chi apprezza l’handmade ha oggi grazie a internet la possibilità di vedere, scegliere e acquistare prodotti artiginali senza il minimo sforzo. Inoltre i numerosi mercatini e fiere sono luoghi ideali per diffondere l’handmade. Credo che migliorando la qualità dei prodotti e valorizzando l’unicità del creato sempre più gente si interesserà a questo fenomeno.

Il tuo motto
La necessità aguzza l’ingegno

Read Full Post »