Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘riciclo’

Dopo il successo di Signora mia – (ri)creazioni di mamme, la mostra mercato di donne che dopo la nascita del loro bambino si sono reinventate professionalmente, Michela Muroni presenta la prima edizione di Carrousel – mostra mercato di oggetti che si raccontano.

Carrousel offre belle cose, oggetti esclusivamente realizzati a mano, in autoproduzione; alcuni sono pezzi unici, altri proposti  in piccole serie. Ognuno di questi oggetti ha una storia da raccontare: la storia di chi li ha pensati, ideati e creati.  Da qui nasce il titolo della mostra mercato.
Sono in 35 espositori, distribuiti nei due weekend dedicati.
Verranno presentati: gioielli in resina ai sapori di spezie, cucce per cani e gatti in feltro, lampade realizzate con materiali di riciclo, abiti per bambini di ispirazione fiabesca, composizioni floreali con frutta e verdura, orsetti ubriachi, e tante altre cose…
Ci sarà anche il Christmas Café, caldo angolino dove poter assaggiare ed acquistare biscotti e dolcetti fatti a mano, torte “vegane” e i cioccolatini emotivici di Lola Torres, veri sublimati di passione.
Sabato  11 alle ore 18 Lola Torres presenterà il suo libro Sublimato di Passione –  Rimedi per Insufficienza Amorosa. Non solo un libro di ricette di dolci ma anche una raccolta di pensieri, diari milanesi su due ruote e piccole storie ambientate in un posto fantastico: un vecchio faro.
Per ulteriori informazioni  sugli espositori e sull’evento, visitate il blog Le Carrousel

Sabato e domenica  11 e 12 dicembre dalle ore 10 alle ore 20
Sabato e domenica 18 e 19 dicembre dalle ore 10 alle ore 20
Zona K via Spalato 11, Milano (quartiere Isola)
Annunci

Read Full Post »

Il 2 ottobre Female Cut inaugura la sua seconda stagione al Lanificio 159, proponendo per la prima volta un evento interamente dedicato all’ecologia vista al femminile. Difesa dell’ambiente e arte del riciclo saranno i temi protagonisti della serata grazie all’intervento di artiste che dedicano la loro opera alla scoperta di un modello contemporaneo di ecosostenibilità.

Designers, fotografe, film-makers e artiste in genere, riunite per capire e mostrare come sia possibile sviluppare un vero e proprio stile di vita che abbia come primo interesse il rispetto dell’ambiente.
Negli spazi espositivi del Lanificio, oggetti che apparentemente hanno esaurito la loro utilità, trovano nelle mani di giovani designer nuove forme, accompagnati da una collettiva fotografica e una rassegna video dedicate alla denuncia  di veri e propri delitti ambientali.

The eco/female world sarà tutto questo ma anche musica: ospiti, per la prima volta in Italia,  l’esplosivo duo Dali & Dinamite (Catalytic Rec – Eager Vibe – Spain), accompagnato dalle selezioni electro, house  e deep techno delle dj resident De-Monique e Miz Kiara, e dalle visual dell’artista romana C_horn.

Line Up della Serata:

GROUND FLOOR

special guest
DALI & DINAMITE
(Catalytic Rec – Eager Vibe – Spain)

Resident Dj
De-Monique
Miz Kiara

Visual
C_horn

SECOND FLOOR vernissage ore 21.30  – The Eco/Female World, Collettiva a cura di Federica Luciani e Lusilla Voci con: Agata Chiusano – Agnese Trocchi – Alberta Aureli – Alessandra Fabre Repetto – Alessia Biondi – Annalisa Ramondino – Annarita Capone – Annarita Mameli – Elena Fabris – Flavia Fasano – Francesca Gabrielli – Francesca Lepori – Giulia Mariani – Giovanna Palmisciano – Graziella Graziosi – Ivana Mottola – Laura Cultrera – Monica Melani – Patrizia Riccioli – Roberta Amurri – Sonia Mazzoli

Rassegna video al femminile a cura di Giulia Mainenti in collaborazione con Greenpeace

@ Lanificio 159 Via Pietralata 159a Roma

Read Full Post »

Durante la settimana del Buskers Festival (da lunedì 23 a domenica 29 Agosto), nella meravigliosa cornice di Ferrara,  “La bottega di Utilla” rimane aperta dalle 17.00 alle 22.00.

La bottega di Utilla” è:
– vetrina e punto vendita di oggetti di recupero, dell’artigianato creativo e del riuso
– emporio dei materiali e punto informativo di buone pratiche, di iniziative ed eventi dedicati all’eco-sostenibilità del territorio
– laboratori didattici e partecipati per bambini ed adulti con materiale di scarto
– officina in co-working per artigiani e creativi che non possono sostenere le spese di un loro laboratorio.

Per sabato 28 Agosto, a partire dalle 18:00, la bottega organizza un evento con tanto di aperitivo.

Oltre ai prodotti di “Altrosguardo design” presso la bottega troverete molti altri oggetti realizzati con materiale di recupero da artisti, creativi e artigiani.

Read Full Post »

Ebbene sì.

Questà è l’idea di fondo di Tom Szaky, fondatore di Terra Cycle, il  social network  della spazzatura che   permette agli utenti di inviare  gratuitamente i rifiuti per convertirli in oggetti di consumo. Terra cycle permette agli iscritti della community di riunirsi in brigate per raccogliere e spedire, a carico del destinatario, il materiale riciclabile da riutilizzare per creare oggetti utili, pratici e di uso comune. In pratica, aziende e persone possono creare  brigate virtuali ed eco-friendly con lo scopo di raccogliere e separare i rifiuti e, una volta raggiunta la quantità sufficiente, inviare il tutto al destinatario che si occuperà del recupero e del riutilizzo.

Tutto sembra  possibile, basta stare attenti a ciò che si butta e seguire le istruzioni presenti su Terra Cycle.

Troviamo la Drink pouch brigade, che raccoglie milioni di sacchetti di plastica delle bevande e li ricla in borse originali e alla moda e in contenitori per penne e matite; la Candy wrapper brigade, che  raccoglie le carte di caramelle e  snack per trasformarle in aquiloni o diari segreti. E molte alte brigate si occupano di dare una “seconda vita” ai rifiuti:  vestiti, cornici, vasi e persino amplificatori per mp3, è tutto quello che si può ricavare da bustine delle patatine, computer, vinili e catene delle biciclette. Insomma, non c’è limite alla fantasia e all’ecosostenibilità!

Terra Cycle con i  suoi 10 milioni e 600 mila di iscritti alle brigate, più di un miliardo e 800 mila singoli rifiuti raccolti e quasi un miliardo 200 mila dollari devoluti a progetti di charity, rappresenta un buon modello di eco-azienda  che, unendo etica e business, attenzione per l’ambiente e per il marketing,  riesce a generare profitto in modo sostenibile.

Read Full Post »

 

 

Sara Gioria, brillante illustratrice, designer, creativa e – scusate se è poco –  fondatrice di Multiductus, ci regala una perla di saggezza: perché buttare via il tubo delle patatine se può diventare un fantastico porta documenti?

Nell’elegante e brioso blog, anche un tutorial per realizzarlo!

Read Full Post »

Operaio Celeste

Ryszard Wilczek vive in Italia da 15 anni.

Autodidatta, crea sculture in legno di mare ed altri materiali riciclati (bucce di frutti mediterranei, tappi di sughero, ghiande, rondelle, lattine…) sotto lo pseudonimo di Operaio Celeste.
Di se stesso racconta: “Il mio lavoro è l’approdo di un viaggio dal percorso in parte progettato e in parte ignoto, un viaggio sempre alla ricerca di parole per raccontare il mio universo (…). Il grande viaggio attraversa le profondità dell’anima, affronta un lavoro lento e faticoso, non privo di ostacoli. È così che mi libero da strati, sedimenti e sovrastrutture culturali fino a far emergere l’essenza dei pensieri, delle sensazioni (…). Catturo frammenti del mio paesaggio interiore: come immagini che vedo scorrere da un treno in corsa li fermo e provo a cucirli insieme, a dar loro una forma per farli entrare nella dimensione del visibile. Per afferrare un istante di verità”.

E così i frammenti di oggetti e di cibo che scartiamo, diventano con Operaio Celeste  nuova vita e nuova chiave per conoscere un mondo conosciuto ma spesso non sufficientemente esplorato.

Per contattare l’artista:

349.1029215
riccardowilczek(chiocciola)libero.it
www.operaioceleste.it

Read Full Post »

Pupa, rifiuti in arte

Francesca Rolando, in arte Pupa, espone per la prima volta le sue opere in collaborazione con la Galleria Slobs.

Pupa interpreta la realtà con la semplicità di chi, consapevole della complessità della comunicazione nella società di oggi, vuole inviare un messaggio di positività e ottimismo. Che possa motivare con leggerezza il nostro quotidiano. Protagonista è il movimento del progetto: dal razionale alla fantasia, dal reale all’immaginario attraverso l’ironica esecuzione della forma. L’artista, interessata a una concezione della pittura immediata e spontanea, ricerca la propria ispirazione nel materiale di uso quotidiano. Trasformandolo, da oggetto ormai privo di utilità e destinato al rifiuto, in una vera e propria scintilla che accende l’idea, il colore, la forma.

Inaugurazione Giovedì 6 Maggio, ore 18.30 allo Spazio Asti 17 – Via Asti 17 – Milano

Read Full Post »

Older Posts »